Il mondo secondo il profitto

Il mondo secondo il profitto
di Margherita D’Amico
(già pubblicato il 30 ottobre 2018 su richiamo-della-foresta.blogautore.repubblica.it)

Spessore 5, Impegno 5, Disimpegno 0

 

L’orrore che infesta la normalità, il disinteresse verso la disperazione degli animali, lo smisurato e sanguinario dietro le quinte dell’intera nostra società; Dominion, il film scritto, diretto e realizzato dall’autore e attivista australiano Chris Delforce, indaga lo sfruttamento subito dalle altre specie in ogni angolo del Pianeta ed è oggi disponibile gratuitamente sul Web all’indirizzo https://vimeo.com/293741698.

Servendosi di telecamere nascoste e droni, il regista è riuscito a filmare in paesi diversi la sofferenza e la disperazione di numerose specie all’interno di allevamenti e macelli. Maltrattati, seviziati, scannati ancora coscienti:  “La cosa che più mi preme comunicare è che gli animali sono individui sensibili – pensano, provano emozioni, avvertono il dolore, soffrono” dice Delforce. “I maiali che incontrano una fine orrenda nelle camere a gas o altrove non sono diversi dai cani e gatti che fanno parte della nostra famiglia e verso cui proviamo amore. Gli animali non vogliono morire, e ciascuno di noi ha il potere di aiutarli attraverso le proprie scelte personali.”

Nella versione originale di Dominion le voci narranti appartengono ad attori impegnati per i diritti degli animali come Joaquin Phoenix, Rooney Mara, Sia, Sadie Sink, Kat Von D, mentre l’edizione italiana è stata curata da AgireOra Network.

Dice Marina Berati, coordinatrice di Agire OraNetwork: “La cosa più disarmante è il rifiuto psicologico di tante persone a credere nella veridicità di quanto ripreso dalle telecamere. Con il film americano Earthlings i più scettici commentavano dicendo che quelle scene erano casi eccezionali o che non riguardavano il loro paese. Poi gli inglesi hanno realizzato Land of Hope and Glory che mostrava le stesse scene.

E ora l’australiano Dominion le riconferma. Ogni mese assistiamo a investigazioni che testimoniano, anche qui in Italia, situazioni di incredibile violenza. Lo stesso accade in ogni nazione. Ormai, dunque, non ci sono più scuse: è così dappertutto. Se questa realtà è talmente orrenda da non volerla accettare, allora non accettiamola, opponiamoci!”

0
Il mondo secondo il profitto ultima modifica: 2018-11-08T04:15:47+00:00 da Totem&Tabù

2 pensieri su “Il mondo secondo il profitto”

  1. 2
    Alberto Benassi says:

    ma come si fa a spellare un animale vivo !!!

  2. 1
    Alberto Benassi says:

    scene di sola orrenda violenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.