Inseguiti dal sole

Inseguiti dal sole
di Alberto Benassi
(testo e foto)

Dopo tanti anni di attività invernale sui monti apuani, ho maturato la convinzione che una delle regole d’oro dell’alpinismo invernale apuano, è quella di metterci comunque il naso, di provarci, anche quando i dubbi di trovare buone condizioni sono molto forti e verrebbe la voglia di rimanere a rigirarci nelle calde coperte del letto. A volte va male e si torna a casa senza un nulla di fatto. Come direbbe il pescatore “Giunti: acqua fino a coglioni e pesci punti”. Altre volte invece si ricevono delle bellissime sorprese, dei veri e insperati regali con tanto di ciliegina sulla torta. In verità con Oreste e Andrea siamo partiti con l’intenzione di salire il canale Sambuco, classico itinerario invernale al Monte Pisanino.

Monte Grondilice, parete nord-est
InseguitiDalSole--0InseguitiDalSole--01

La massima vetta apuana, proprio per le sue caratteristiche, è una montagna prettamente invernale e in questa veste racchiude tra le sue pieghe diversi itinerari tra cui una vera chicca: la via dei Paoli uno degli itinerari invernali apuani più tosti. Nonostante questo non è proprio tra le mie montagne apuane preferite. Però non si può mica sempre andare al Colle della Lettera o alla Nord del Pizzo delle Saette due cime a cui sono particolarmente legato per le tante avventure che mi hanno regalato. Così al mattino, neanche tanto presto, lasciamo l’auto sulla strada vicino al parcheggio della Serenaia e c’incamminiamo verso il rio Sambuco su ottima neve gelata compattata dalla pioggia dei giorni scorsi. Traversato il pianoro in direzione della larga base del costolone sud-ovest del Pisanino, appena aumenta la pendenza, il fondo gelato ci costringe a calzare i ramponi e questo è decisamente di buon auspicio anche se non è affatto freddo. Seguiamo le tracce lasciate dai ramponi di un solitario che poi scopriremo, con non poca sorpresa e ammirazione, essere quelle lasciate da uno scialpinista che durante la giornata ci farà vedere le sue acrobatiche evoluzioni scendendo i ripidi fianchi ovest degli Zucchi di Cardeto… “Giampaolo se ci sei batti un colpo”.
Una volta usciti dal bosco e giunti nell’invaso che scende dalla Foce dell’Altare completamente invaso dalle valanghe che scendono dal versante sud-sud-ovest del Pisanino, i nostri occhi cadono, piacevolmente sorpresi, su due belle colate di ghiaccio che interrompono la continuità di un’evidente linea di canalini che scendono dal costolone sud-ovest lungo l’articolata parete a sinistra del canale Sambuco. Che si fa, che non si fa? Rapida discussione: “si cambia obbiettivo, è un’occasione da non lasciarsi scappare!” rispondo deciso. Oreste invece è dubbioso: “ma se poi il ghiaccio non è buono?”. In effetti l’orientamento del versante non è proprio dei migliori. Ma forse è proprio perché ci picchia il sole che quelle due belle colate di ghiaccio si sono formate. Siamo dubbiosi e attratti allo stesso tempo. Il sole crea, il sole distrugge e presto arriverà implacabile. Una volta raggiunta la base della prima colata se il ghiaccio non fosse salibile ci toccherà rinunciare e addio giornata. Alpinismo di rinuncia…
Ma ormai il tarlo dell’entusiasmo è entrato nella nostra testa. Istintivamente ci troviamo a risalire il ripido canalino che porta alla prima colata. OK è deciso tentiamo. Via più veloci possibile prima che arrivi il sole a riscaldare e distruggere i ricami di ghiaccio. Ma spesso il “sole bacia in fronte gli eroi”… e la bella avventura di oggi ne è la dimostrazione.
Così è nata nell’inverno 2013 Inseguiti dal Sole un’inaspettata via nuova sul versante sud-sud-ovest del Monte Pisanino, sulle Alpi Apuane.

Parte del versante sud del Monte Pisanino con  i risalti ghiacciati di Inseguiti dal Sole
InseguitiDalSole--0InseguitiDalSole--06

Andrea Stagetti detto Nastro,sopra il primo risalto di Inseguiti dal Sole, Monte Pisanino
InseguitiDalSole--0InseguitiDalSole--09

Alberto Benassi  nel superamento del salto più impegnativo di Inseguiti dal Sole, Monte Pisanino
InseguitiDalSole--024

Vista sugli Zucchi di Cardeto dal Monte Pisanino
InseguitiDalSole--036

A sinistra il Pizzo Altare e a destra lo Zucco Maggiore di Cardeto
InseguitiDalSole--043

Nel canale di discesa del Monte Pisanino      InseguitiDalSole--063

10
Inseguiti dal sole ultima modifica: 2016-11-20T05:58:15+01:00 da GognaBlog

4 pensieri su “Inseguiti dal sole”

  1. 4
    Walter says:

    Bella avventura e bel modo di raccontarlo !!! Bravi.

  2. 3
    Giovanni says:

    Complimenti per la via… E la prosa!

  3. 2
    Fabrizio says:

    Grande Alberto & c. Profondo conoscitore delle Apuane

  4. 1
    Giorgio Robino says:

    che bello 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.